Clearfy – Un plugin per WordPress “all in one” che permette di ottimizzare il tuo sito facilmente ed in modo efficace: un’analisi dettagliata

Clearfy

Clearfy è un plug-in per WordPress “all in one” che promette, in pochi click, di aiutarci ad organizzare ed identificare i commenti spam sul tuo sito, impostare la sicurezza, offrire un servizio integrato per ottimizzare e ridimensionare le immagini, pulire il sito da eventuali pesantezze e dare la possibilità di caricare selettivamente JS / CSS per pagina, nonchè impostare anche alcuni settaggi di memorizzazione nella cache ….. dimenticavo di menzionare che ha alcune opzioni SEO di base e un interessante e utile “aggiornamento automatico” per mantenere il tuo sito sempre in regola con le ultime versioni dei plugin e dei temi, inoltre può anche gestire gli aggiornamenti principali / secondari di WP …. e non è tutto.

Sì, ho scritto intenzionalmente questa frase lunga e “ostile” per farti capire di cosa è davvero capace questo plugin. Perché fa tutto, e lo fa per davvero, anche se ancora con alcune limitazioni che spero miglioreranno in futuro. Ma vediamo il plugin più in dettaglio ragazzi, andiamo!

Il Plugin, essendo decisamente strutturato, permetterebbe in teoria di sostituirsi a molti altri che spesso vengono utilizzati come :

  • Assets cleanup pro – Perfmatters etc.
  • Hide wp
  • W3T cache – Wp Fastest cache, Wp-optimize, Wp rocket (o un qualsiasi altro plugin per gestire la cache)
  • Wp auto-updater
  • Wordfence o similari ( Clearfy offer as extra TITAN SECURITY free version)
  • Shortpixel, Gumlet o altri plugin di ottimizzazione immagini (attenzione che Clearfy non offre una CDN nemmeno nella versione PRO)
  • Plugins vari per rimuovere i commenti e disabilitarli/abilitarli selettivamente se necessario, ad esempio per posta
  • Molto altro……
Ho utilizzato la maggior parte dei plugin WP su Caching, ottimizzazione e SEO e non farò un'analisi comparativa qui, mi concentrerò invece di più su quello che invece possiamo ottenere con Clearfy. 
Il punto di forza di questo plugin secondo me è quello di fornire così tanto valore in un "uno" strumento unico che è in grado di coprire circa l'80% delle esigenze di ottimizzazione di WordPress, sempre se ben utilizzato e settato ad hoc.
Un altro punto di forza è che tutto questo viene fatto automaticamente attraverso la loro dashboard in modo decisamente semplice ed intuitivo, basta selezionare le funzioni e queste vengono applicate, tutto qui. 

Ma posso ottenere gli stessi risultati o anche miglori con altri plugins?

Certo che puoi! Ma devi anche ricordare e considerare che utilizzare dei plugins realizzati da aziende diverse significa anche incorrere in più probabili incompatibilità tra essi. Recentemente, ad esempio, volevo usare W3 TOTAL CACHE insieme a un semplice plug-in per disabilitare completamente i commenti in tutto il sito e Booooooooom: erano non compatibili. Risultato: tema da sistemare e poche altre cose da risolvere. Con Clearfy puoi andare con pochi clic (in realtà meno di 3) a settare questa cosa ed il gioco è fatto, tutto integrato con la cache e molte altre cose che non vanno in contrasto tra di loro. Ma la versione FREE non ti permetterà di riuscirci al 100%, con la pro invece potrai fare decisamente più cose.

Allora iniziamo dalla versione CLEARFY FREE! (Gratuita, limitata, ma che permetterà di avere accesso alle impostazioni che andremo a vedere nel dettaglio)

Quando installiamo la versione gratuita parte una procedura guidata che ci guida nel processo di valutazione e ottimizzazione del sito passo passo. Fondamentalmente, si testa il sito prima di applicare le impostazioni suggerite (dopo una corretta scansione) e si fa un confronto subito dopo con un ultimo Scan per comparare i risultati.

NOTA- IL PLUGIN LO TROVATE NEL MENU IMPOSTAZIONI DI WORDPRESS

Questa è la procedura guidata post installazione, se volete potrete comunque saltarla

Questa è la dashboard “principale” in tutto il suo splendore! Non lasciarti intimorire dalle molteplici impostazioni, sono spiegate chiaramente e, cosa più importante, puoi anche ripristinare quelle originali nel caso qualcosa vada storto. Quando imposti le opzioni del plugin, infatti, queste verranno salvate in una configurazione che potrai esportare ad esempio e importare nuovamente su un altro sito. Come vedi c’è anche il fatidico pulsante RESET che serve appunto a ripristinare le cose.

OTTIMIZZAZIONE IMMAGINI – ROBIN IMAGE OPTIMIZER

L’ottimizzazione delle immagini è gestita da un plugin chiamato ROBIN IMAGE OPTIMIZER. Devi prima installarlo e poi lo troverai nella rispettiva dashboard. È prodotto dalla stessa azienda ed è un chiaro concorrente di Shortpixel e simili. Prima di effettuare qualsiasi modifica CONTROLLA PRIMA LE IMPOSTAZIONI! So che hai visto il grande PULSANTE VERDE “RUN” e sei impaziente di cliccarci sopra! Ma non è la prima cosa da fare !!!

Come puoi vedere ci sono alcune opzioni e anche uno scheduler (pianificatore). La limitazione in termini di dimensione dell’immagine è semplice: niente di superiore ai 5 MB da ottimizzare (ad essere onesti per un’immagine web tale dimensione è decisamente troppo grande, quindi non penso che il server gratuito sia una limitazione in questo senso). La cosa che non mi piace è il fatto che il plugin non supporti la conversione in WEBP nella versione FREE, mentre i suoi concorrenti lo fanno gratuitamente. La modalità di backup è utile nel caso in cui si desideri riutilizzare o ottimizzare le immagini in un secondo momento con un altro metodo, e fa abbastanza bene il suo lavoro. Nota però che usano RESMUSH per la conversione (nella versione del plugin gratuito) , come hanno chiaramente affermato, fintanto che sarà parzialmente gratuito, supporteranno il piano gratuito, ma se per qualche motivo Resmush lo chiuderà, probabilmente ci si troverà di fronte a due scelte : passare ad su un piano professionale a pagamento o (come hanno scritto), troveranno una soluzione alternativa per mantenerlo gratuito, ma al momento va tutto bene, quindi niente di cui preoccuparsi. Ho testato questa funzione e corrispondeva a Shortpixel in termini di compressione e ottimizzazione. Detto questo, la loro versione PRO è molto conveniente (39 $ / anno per 5k immagini / mese come piano di partenza) e abiliterà il WEBP e alcuni extra, ma non offre NESSUNA CDN.

Our WordPress plugin to optimize images uses API of this free service: https://resmush.it, So as long as these guys allow free image optimization, our plugin will remain free. Still, we have several ideas of how to make optimization free and planning to implement them in our plugin.

https://wordpress.org/plugins/robin-image-optimizer/

Il grande assente qui è un plug-in adattivo, e questo è ciò che distingue davvero Shortpixel dalla concorrenza nella maggior parte dei casi, inoltre mi sarebbe piaciuto avere anche WEBP nel plug-in gratuito. L’ho segnalato, chissà che non lo aggiungano nelle future release nel piano free.

SETTAGGI PER LA PERFORMANCE

Questo è davvero il punto di forza di Clearfy e quello che permette di gestire maggiori impostazioni.

Nella versione gratuita ha però una pesante limitazione: la cache è disponibile solo per la versione PRO, il che limita MOLTO l’ottimizzazione che puoi ottenere in questo senso. Per gestire quindi efficacemente la cache ovrai installare un plug-in differente o utilizzare la versione PRO. Ma fai attenzione alle impostazioni, poiché molti plug-in della cache offrono anche funzionalità duplicate con quelle presenti nella FREE di Clearfy e potresti finire potenzialmente avere alcune incompatibilità o problemi, quindi dovrai testare e ri-testare il sito prima di essere certo che tutto funzioni. Ma ci sono anche moltissime cose positive a parte questo, ad esempio c’è una comoda impostazione per controllare il WP Heartbeat e una funzione per limitare le revisioni in base alle proprie esigenze o ai valori predefiniti di WP e molti altri settaggi utili. Ho lavorato su siti con circa 500 revisioni per post e puoi immaginare quanto ottimizzare questo campo possa aiutare il tuo database. Queste ultime funzionalità ti eviteranno di installare almeno altri 2 plugin esterni.

Le altre impostazioni sono molto semplici da configurare e con pochi click puoi rendere WordPress un po ‘più snello e veloce!

IMPOSTAZIONI SEO FEATURES

La sezione SEO è composta poche impostazioni che includono anche una funzione semplice ma efficace per creare un file robots.txt per il tuo sito, inoltre include anche una sezione per gestire le pagine duplicate e una traslitterazione dell’alfabeto cirillico. Anche se questa sezione non è il “nucleo” o il pezzo forte del plugin, ancora una volta, ti permetterà di non installare altri più plugin per impostare semplicemente ciò che puoi fare facilmente qui in modo integrato. Sicuramente per il SEO avrai bisogno di altri plugin, preparati!

DEFENCE – SECURITY – SICUREZZA

Questa sezione ha alcune caratteristiche basiche ma interessanti sulla sicurezza: XLM-RPC può essere disabilitato (anche se non parzialmente) ad esempio. Inoltre Clearfy Free richiede di installare un plugin (è extra ma gratuito e ancora prodotto da loro) che si chiama HIDE LOGIN PAGE e ti permetterà di cambiere l’URL da WP-ADMIN (predefinito in wordpress) in uno personalizzato, questo servirà a ridurre drasticamente i classici attacchi “brute force”. Non ho installato il loro TITAN MALWARE SCANNER (un firewall software) in quanto è un extra ed è piuttosto limitato dal punto di vista delle funzionalità. In quel campo, penso ancora che WORDFENCE sia il leader per WP. HIDE LOGIN è invece facile da configurare, funziona e non ho avuto problemi, la versione PRO di Clearfy invece presenta un plug-in di protezione dell’area admin migliore e più potente.

COMMENTS – GESTIONE COMMENTI

Questo è un altro piccolo gioiello tanto quanto semplice. È qualcosa di ASSOLUTAMENTE NECESSARIO? No, ma finirai per installare potenzialmente altri 2 plugin per gestire i commenti e forse non saranno compatibili tra loro, quindi qui hai un modo semplice, super pulito ed efficace per affrontare tale situazione Puoi disabilitare i commenti in tutto il sito o limitarli anche in modo più granulare per tipo di post (e supporta anche CPT) e anche fare una pulizia dei commenti ecc. Molto semplice, molto efficace, insomma: TOP!

UPDATES – GESTIONE AGGIORNAMENTI,TEMI E PLUGINS

Questa funzione ti consentirà di controllare gli aggiornamenti dei tuoi plugin e temi, puoi impostare quelli che desideri siano aggiornati automaticamente o disabilitati, nella versione pro puoi persino nascondere alcuni plugin dalla visualizzazione e anche fare aggiornamenti della rispettiva traduzione.

Come puoi vedere nel primo screenshot, ci sono alcune impostazioni interessanti per WordPress stesso che rendono il plugin molto semplice ed efficace di nuovo per controllare gli aggiornamenti principali e nella versione pro, puoi hanno anche notifiche via posta su alcuni di questi eventi, il che è un bel vantaggio e ti permetterà di rimanere sempre aggiornato sulla situazione del tuo sito.

ADVANCED – AVANZATE

In questa sezione, puoi controllare alcune modifiche extra fondamentalmente relative agli avvisi dell’amministratore ed alla visualizzazione della barra superiore lato admin (a volte questi avvisi possono diventare MOLTO FASTIDIOSI quindi questa impostazione è una manna dal cielo!). L’altra sottosezione invece controlla le chiamate dei widget al database e, se non necessarie, queste possono essere disabilitate. Fai attenzione con queste impostazioni testale bene, ma se ci sono molte chiamate al DB, questo può fare la differenza nella velocità di caricamento del tuo sito e delle tue pagine!

COMPONENTS – MODULI

In questa sezione possiamo vedere cosa è installato, cosa è attivato e cosa possiamo attivare e cosa è presente invece solo nella versione PRO. Come puoi vedere, ci sono molti extra nella versione Clearfy PRO che secondo me vale la pena di considerare. Ma aspetta un attimo …. che cos’è ASSET MANAGER ??? No, non me ne sono dimenticato, ma volevo prima passare attraverso le impostazioni del plugin generali e lasciarlo alla fine, perché questo è ciò che può fare la differenza quando si lavora con l’ottimizzazione on-page.

A COSA SERVE L’ASSET MANAGER E COSA FA?

Funziona come ASSETS CLEANUP, in cui puoi esaminare ogni singolo elemento e abilitarlo o disabilitarlo dalla pagina se non è utilizzato / necessario, rendendo così la pagina più veloce e snella, ma puoi anche “rompere” alcune funzionalità del sito, quindi è un processo che richiede attenzione e tempo ed è per gli utenti avanzati.

ASSET MANAGER – USALO MA CON MOLTA CAUTELA!

Qui puoi arrivare ad un livello molto specifico di ottimizzazione per ogni pagina del tuo sito e fare la differenza per quel che concerne l’ottimizzazione. Coloro che già utilizzano plugin simili sanno quanto questo possa essere potente e altrettanto potenzialmente pericoloso. Ti aiuterà a controllare i files js non necessari, confrontare la dimensione della pagina prima e dopo e vedere le dipendenze con ogni file per essere più “sicuro” durante lo scaricamento.

Inoltre, è presente una comoda MODALITÀ DI TEST per provare le modifiche prima applicarle dal vivo, per un ulteriore livello di sicurezza, diciamo da paracadute. L’ho trovato abbastanza potente e facile da usare.

RISULTATI DAL VIVO

È stato un lungo viaggio, lo so! Ma ora, dopo tutte queste parole, finisco questo articolo con un piccolo bonus: ho creato un sito e aggiunto alcuni plugin per “gonfiarlo” e renderlo più lento ed ho realizzato due video che mostrano passo passo come utilizzare il plugin (IN INGLESE). Lo so, avrei potuto fare di meglio, ma comunque, volevo impostare qualcosa che fosse abbastanza “comune” tra gli utenti, quindi qui puoi vedere quanto potenzialmente potente può essere Clearfy per te. Nel video troverai le impostazioni che ho usato, il punteggio ottenuto e come ci sono arrivato. Nella descrizione vedrai il server utilizzato ed i suoi limiti ( personalmente hoj usato un VPS di Vultr HF, ma anche DIGITALOCEAN è davvero ottimo, mentre in Italia consiglio per esperienza personale SERVERPLAN o VHOSTING) Nota che non ci sono trucchi qui: i video non pre-registrati o preparati, quindi sono un po ‘più lunghi dei classici, ma volevo rendere il più reale possibile il test e mostrare il processo con errori e anche qualora si verificassero. Portate un po di pazienza!

Avrei potuto dedicare più tempo all’ottimizzazione, installare forse altri plugin per confrontare la cache, ad esempio, o per gestire meglio le immagini, ma come ho detto in apertura di articolo, la mia idea “principale” era di testare Clearfy e penso che avesse senso mantenerlo il più semplice possibile. Puoi sempre fare di meglio e ti incoraggio a testare e sperimentare ed a considerare le mie idee come il tuo punto di partenza!

Di seguito i risultati del test

CONCLUSIONI

Se non hai già una un tuo processo in cui sai esattamente quale plugin usare e come configurarli ed integrarli e vuoi davvero un plugin ALL IN ONE che copra il 75/85% delle esigenze degli utenti WordPress più comuni in questo caso, beh, questo uno è davvero un’ottima scelta. Ti consiglio di acquistare la versione PRO, poiché il plug-in di memorizzazione nella cache e alcuni altri extra sono necessari per farlo funzionare al meglio. È un peccato che l’ottimizzatore di immagini Robin non consenta WEBP nella versione pro e che non abbia un plug-in adattivo, il che a mio parere lo rende inferiore a Shortpixel in questo campo.

Inoltre, il lato sicurezza è carino, ma il loro firewall non è qualcosa che userei a favore di Wordfence in questa fase, che è ancora la mia scelta preferita per wordpress.

Le altre impostazioni che offre sono semplicemente super utili e facili da implementare, e penso che ampliando ancora il plugin col tempo saranno ancora più completi. Di seguito puoi trovare i video per la versione PRO e per la versione FREE e puoi prendere una decisione migliore e informata nel caso in cui decidi di acquistarlo.

Se ti sono piaciuti il ​​video e l’articolo per favore condividi sui tuoi social media e non dimenticare di iscriverti al mio canale Youtube!

Clearfy Free Version – Installation and Real testing
Clearfy PRO VERSION – Le Impostazioni per Ottimizzare al Meglio il tuo sito (INGLESE)