Guida per creare il Tuo Sito WordPress: i temi e la grafica da implementare

Themeisle

Oggi siamo tutti sviluppatori, designer e artisti del web, esperti di webmarketing e social media strategy.

O Meglio : in moltissimi la pensano così, e la storia è sempre la stessa.

Esistono dei Marketplace dove poter acquistare a basso costo una miriade di temi con un range di prezzo che va dai 30 ai 90 dollari. Si acquista un hosting economico, ci si installa il tema acquistato in pochi passi ed abbiamo un sito “da paura”. Qualche piccola modifica grafica, installiamo dei plugin gratuiti che tanto dobbiamo risparmiare perche noi col sito non ci guadagnamo tanto….è solo una passione……etc. etc. etc.

Envato ThemeForest è sicuramente quello di riferimento e ci sono anche dei buoni temi, ma bisogna fare sempre una rigida selezione per non trovarsi poi “bloccati” in un tema difficile da gestire quando le cose si complicheranno.

Questo è quello che accade spesso, ma realizzare un sito web o un tema e modificarlo, adattarlo, o anche proprio crearlo da zero è tutt’altra cosa. Un approccio di questo tipo non esclude l’altro, ma scegliere grafica e plugin è una cosa delicata che potrà creare problemi in futuro in quanto molti siti vengono spesso hackerati proprio per delle vulnerabilità di questi add-ons.

Il Tema scelto e gli effetti utilizzati

  • Il tema è FONDAMENTALE, non a caso ci sono temi che vengono sviluppati e costano diverse centinaia di euro ed altri che ne costano meno di 50. Nella scelta di un tema non dovete porre attenzione a quanto sia “bello” esteticamente (benchè un tema serva poi a quello) , ma anche tenere di contodi altri parametri.
  • La Velocità di caricamento (ma questo varia anche da altri fattori, quindi non fatevi “fregare” dal classico 99% che vedete sulla pagina di vendita!!)
  • Quanti e quali Addon o plugin nativi sono installati (personalmente penso che LESS is MORE sia la regola da seguire). WordPress si basa sulla modularità, quindi potrete sempre aggiungere, ma sarà difficile togliere specialmente ove questo sia Nativamente installato nel vostro tema
  • Il tipo di Supporto offerto e numero di vendite del tema oppure, ove acquistiate da una compagnia/agenzia, da quanti anni sono in commercio e la loro userbase su facebook e come offrono supporto
  • Controllate gli aggiornamenti del tema ed il changelog relativo, se un tema è supportato ed aggiornato costantemente è sicuramente un buon segnale
  • Ricordatevi che i temi sono spesso “specializzati” ed includono funzioni dedicate. Ad esempio un tem per Real Estate avrà dei plugin nativi o delle accortezze che vi aiuteranno a gestire magari annucci o filtri particolari relativi al vostro settore, mentre temi dedicati all’insegnamento ne avranno altri. Vi sono poi temi versatili e semplici che andranno integrati a seconda delle vostre esigenze.

Mi sento di consigliare temi magari più costosi, ma decisamente “leggeri” e sempre aggiornati, che magari costano di più ma che vi garantiranno un sito veloce e “sicuro”. Oppure utilizzate un BUILDER che fa al caso vostro….anche qui ci sono diverse scelte. Io lavoro con Elementor, Oxygen, Brizy, ma ho utilizzato anche Visual Builder etc. Ogni pagebuilder ha i suoi pregi ed i suoi difetti, ma questi li approfondiremo in un altro articolo.

Eccone alcuni:

Neve by Themeisle – Un tema super leggero ma soprattutto versatile. Lo utilizzo su diversi siti e non posso che consigliarlo.

I suoi punti di forza sono molteplici, oltre ad avere diversi layout pronti, permette di modificare l’header in modo semplice e rapido, inoltre è ottimizzato per offrire una velocità di caricamento davvero notevole. Ho testato molteplici plugins ed ovviamente il supporto ai Post Personalizzati è implementato perfettamente. Il mio consiglio è di utilizzarlo con un tema Child per poter lavorare in sicurezza.

Astra – Tema famosissimo e leggero, con molte possibilità di personalizzazione